INTERVISTA AL SOCIO DI IOARTE – VARLESE

Nome d’Arte – Varlese Luigi-Varlese

Leggi il profilo dell’artista. Guarda, vota e commenta le sue opere e i suoi lavori – www.ioarte.org/artisti/Luigi-Varlese/

Svelaci il significato del tuo nome d’Arte. – Cicciotto – Caliento

Tre aggettivi per far capire il fuoco che ardedentro di te. – La Passione

Quando hai creato la tua prima opera e hai capito di essere un artista? – 1955

Raccontaci la mostra a cui hai partecipato che tiha dato più emozioni e soddisfazioni. Spiegaci le motivazioni e raccontaci come l’hai organizzatae vissuta. Spiegaci anche il perché le altremostre che hai fatto non hanno avuto le stesse gratificazioni. – Campidoglio di Roma 1981 primo classificato opera (Il Razzismo). Nel2013 Museo Nazionale di Praia A Mare

In che ambiente crei le tue opere? Parlaci dei tuoi momenti d’Arte. (se sono solitari, o con musica, se niente di distrae o se ti isoli dal mondo, se ritocchi per giorni e mesi la tua opera o se condividi l’opera e le emozioni con qualcuno prima che sia finita, oppure se è un’intimità solo tua… ecc..) – Nel mio laboratorio, con T:V e radio. Alla fine spesso Mia moglie fa da giudice.

Cosa vorresti cambiasse nel mondo dell’Arte ecosa dovrebbero fare per l’Arte gli operatoridel settore? Cosa dovrebbero fare i politici, le associazioni, i musei, le gallerie, i collezionisti ecc.. per salvaguardare e sostenere l’Arte? – Oggi l’arte va al declino non ci sono investimenti, ma solo pretese economiche. Basti pensare per fare una personale ci vuole un capitale oggi non è più possibile perché i conti non tornano.

Come vivono la tua Arte e il tuo essere Artista lafamiglia e gli amici? – Con un certo interesse

Se non ti senti un Artista compiuto, cosa ti mancacome crescita personale per arrivare a sentirti quell’Artista che dentro di te sai già diessere? – Mi sento un artista dalla nascita una tradizione di famiglia

Domanda intima: le tue opere le tieni per te o le vendi? Spiegaci anche le motivazioni del perché non vuoi venderle o separarti da esse o illustraci i tuoi canali di vendita che meglio ti aiutano e ti rappresentano, senza quindi mercificare troppo la tua Arte. – Una parte li vendo sui miei siti di propoganda

Altre notizie su di te e su cosa ci vuoi raccontare, sulla tua vita e sulle tue mostre. – Oggi non e più possibile economicamente fare collettive o personali ,costa troppo e non c’è riscontro, anche perché sono cambiate le tecniche pittoriche .Un tempo cera più entusiasmo nel comprare un bel quadro.(oggi vanno sullo stampato che costa meno).

Un grazie a Varlese da IoArte, Associazione Culturale

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento