INTERVISTA ALLA SOCIA DI IOARTE – EMANUELA BOURSIER

NOME D’ARTE Emanuela Boursier Emanuela-Boursier
NOME E COGNOME Emanuela Boursier
CONTATTA L’ARTISTA DALLA SUA PAGINA DI IOARTE
LEGGI IL PROFILO
GUARDA LE SUE OPERE
VOTA LE SUE OPERE
COMMENTA I SUOI LAVORI http://www.ioarte.org/artisti/Emanuela-Boursier/
SVELACI IL SIGNIFICATO DEL TUO NOME D’ARTE Al momento non ho un nome d’arte … chissà magari lo utilizzerò in futuro.
QUANDO HAI COMINCIATO A SENTIRTI ARTISTA? Nel dicembre 2012 durante un viaggio in Marocco. Ero partita da sola con la mia macchina fotografica, poi un gruppo di sketchers mi ha convinta a provare a dipingere. Sarà stata la magia di quei momenti trascorsi sopra i tetti di  Marrakesch, isolandomi da tutto e dedicando il tempo a me stessa e ai colori, ma da allora non ho più smesso. Ho scoperto che dedicarsi alla pittura e alla  fantasia fa bene alla mente e al cuore.
QUAL È L’OPERA CHE PIÙ TI RAPPRESENTA? Uno dei miei primi acquerelli “Casette”. Questa massa di case colorate, con le finestre illuminate,  apparentemente ordinate sono in realtà un ordinato disordine.
TRE PAROLE PER CONOSCERTI MEGLIOTranquillamente irascibile, celatamente pigra, buona con chi lo merita.
DOMANDA INTIMA:
LE TUE OPERE LE TIENI PER TE O LE VENDI A TUTTI? Sono molto legata agli oggetti, anche ritagli di carta senza valore che però per me sono piccoli ricordi.. A maggior ragione faccio fatica a decidere di separarmi da una mia creazione. Fino ad ora ho ripiegato creando delle stampe numerate su lastra metallica, ma sto iniziando a lavorare con l’idea di dare il mio lavoro a chi lo apprezza. In fondo una volta terminato un quadro, questo mi ha già dato tutto quanto poteva offrirmi e io tutto ciò che potevo dare a lui.
PARLACI DEL TUO HABITAT CREATIVO In cucina, tradizionalmente è per me il luogo della famiglia, della sicurezza e dell’amore. Questa stanza è per me quello che un salotto è generalmente per la maggior parte delle persone, pur avendo a disposizione stanze pressoché inutilizzate.
Dipingo quando ho ispirazione, appena mi vengono delle idee. Appena sono pronta a svilupparle prediligo la tarda mattinata, in solitudine, con la musica di sottofondo.
RIESCI A VIVERE DELLA TUA ARTE? No, ho pochi lavori all’attivo e non riuscirei a dipingere a comando. Voglio dire che per poter vivere è necessario oltre alla bravura anche una certa mole di lavoro da poter distribuire.
UN TUO PENSIERO FINALE Mi sto lanciando in soggetti astratti! Non avrei mai pensato che diano così soddisfazione nel crearli. Non si è condizionati
da proporzioni, forme, colori. La libertà ètotale. C’ è libertà anche nel dipingere qualsiasi oggetto reale, ma con il soggetto astratto non si è critici con se stessi perchè non ci si sente condizionati a fare qualcosa di somigliante a quello che il nostro vedere quotidiano dice sia. Ciò che trovo divertente è che a lavoro ultimato risulta difficile anche solo immaginare di riuscire a riprodurlo nuovamente.

Un grazie a Emanuela da IoArte, Associazione Culturale

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Emanuela-Boursier__Casette_g